Archivio Max e Aoi Huber

Max Huber (1919-1992) è uno dei più importanti graphic designer del Novecento.
Nato a Baar, nel cantone di Zugo, il suo stile assimila l’insegnamento di grandi maestri del Movimento Moderno come Max Bill e Laszlo Moholy-Nagy, unendo ai loro principi i molteplici stimoli culturali che gli giungono a Milano, dove arriva una prima volta nel 1940 per lavorare nel prestigioso studio grafico di Antonio Boggeri, e dove conosce Bruno Munari, Luigi Veronesi e Albe Steiner.
Di nuovo a Milano al termine del conflitto, è tra i primi ad applicare l’estetica delle avanguardie alla comunicazione commerciale.
Alcuni tra i suoi lavori rimangono nella memoria collettiva di generazioni di italiani; tra questi il logo de la Rinascente, che influenza la percezione del grande magazzino presso il pubblico. Nel 1954 vince il premio del design italiano Compasso d’Oro per il disegno per un “tessuto plastico”.

Nel 1999 nasce l’Archivio Max Huber per volontà di Aoi Huber Kono, con lo scopo di ordinare, catalogare e archiviare documenti e materiale di lavoro di Max Huber.
L’archivio, che ha sede a Novazzano, in Canton Ticino, Svizzera, conserva bozzetti, studi e progetti, relativi al lavoro Max Huber nel campo della progettazione grafica, dell’editoria e dell’allestimento, disegni, dipinti e fotografie. Il lavoro di catalogazione è stato curato da Chiara Mari.

La selezione che qui si propone comprende alcuni dei lavori grafici realizzati per la Rinascente (6 manifesti, 1 carta da imballo e 1 catalogo) e 5 fotografie ritraenti Huber e altri importanti nomi del design internazionale. Si presenta, inoltre, un'inedita prova di stampa per manifesto realizzata da Lora Lamm con dedica ad Aoi Huber Kono.

© Archivio Max e Aoi Huber, tutti i diritti riservati.

Max Huber riceve il Premio Compasso d'Oro


1954

Max Huber riceve il Premio Compasso d'Oro per la Plastica Stampata con disegni a cerchi, realizzata per l'azienda ita...

I fiori nella casa lR

Lora Lamm
1958

Prova di stampa per manifesto.
Sul verso, dedica ad Aoi Huber Kono