Archivio Progetti, Università Iuav di Venezia – Fondo Giorgio Casali

L'Archivio Progetti è un centro di documentazione che raccoglie fondi archivistici di varia provenienza e natura collegati all’area disciplinare dell’architettura e, in senso più generale, della progettazione.
Della raccolta dell’Archivio Progetti fanno parte fondi prodotti da:
- professionisti che hanno condotto la propria attività nei campi dell’architettura, dell’ingegneria, dell’urbanistica e del design e che, spesso, sono stati docenti dell’Università Iuav o di altre università;
- fotografi dell’architettura e del design;
- artigiani particolarmente significativi per la storia del design;
- istituzioni attive nel campo delle mostre e dei concorsi di architettura;
- strutture Iuav: gruppi di ricerca, laboratori di dottorato, etc.

L’Archivio Progetti provvede all’ordinamento, schedatura e conservazione degli archivi acquisiti, alla realizzazione di inventari, alla pubblicazione di raccolte di atti e monografie, alla diffusione e promozione del proprio patrimonio, anche mediante l’organizzazione di mostre, seminari e incontri di studio.

All’interno dell’Archivio Progetti è custodito il Fondo Giorgio Casali, composto da oltre 120.000 fra lastre e negativi, oltre che da tutta la documentazione legata all’attività dello studio e da un numero consistente di carte personali, rappresentando una fonte imprescindibile per la documentazione iconografica dell’architettura e del design italiani del Novecento.

Giorgio Casali (1913-1995) inizia a lavorare come garzone nello studio fotografico Rambaldi, nel 1923, dove apprende il mestiere di fotografo.
Nel 1940, con Giorgio Muzzarelli, fonda la società S.E.M. con sede a Milano in via Cappuccini 21.
Nel 1950 apre, a suo nome, un nuovo studio, mantenendo gli stessi locali. Nel 1953 circa si trasferisce in via Col di Rosso affiancato dalla prima metà degli anni settanta dal figlio Oreste.
Si avvicina alla foto di architettura su sollecitazione di Piero Bottoni, per il quale riprende i primi lavori al QT8. Nel 1951, fotografa per Gio Ponti la sedia Superleggera ed inizia un rapporto professionale continuativo con la rivista “Domus»”, che durerà fino ai primi anni ottanta e al contempo collabora con altre riviste di architettura e arredamento italiane, nonché per i più importanti architetti, designer italiani e per molte aziende del settore del design.
Tra le esperienze professionali di Giorgio Casali non mancano le collaborazioni con artisti come Lucio Fontana, Fausto Melotti, Umberto Milani. Nel 1971 riceve il premio A d'oro e negli anni successivi la partecipazione a numerose mostre ne attestano la professionalità raggiunta nell’ambito della fotografia di architettura e design e dell'arredamento italiano sia a livello pubblicitario che a livello editoriale.

La selezione che qui si presenta comprende alcuni servizi fotografici che hanno per oggetto la Rinascente e ricoprono l’arco cronologico 1955-1970 circa. Nello specifico documentano il progetto della sede della Rinascente di Roma piazza Fiume, compresi gli allestimenti interni di vari reparti, il progetto di Gino Valle e Herbert Ohl per il Centro La Rinascente di Milano e lo specialmarket SMA di Castiglione Olona. Sono altresì documentati gli allestimenti della mostra “Omaggio alla Spagna” del 1955 e la mostra Kartell del 1967, entrambe realizzate presso la Rinascente di Milano piazza Duomo.

© Fondo Giorgio Casali, tutti i diritti riservati.
© Archivio Progetti, Università Iuav di Venezia, tutti i diritti riservati.

Per maggiori informazioni www.iuav.it/archivioprogetti

Modello del progetto di Franco Albini e Franca Helg per i magazzini la Rinascente di Roma piazza Fiume

Fotografia: Giorgio Casali

[1957 - 1960]
Roma

Archivio Progetti, Università Iuav di Venezia - Fondo Giorgio Casali (Casali 1.fot/1/104/05)

Close icon orange